Grumello del monte

Grumello del Monte (Grömèl del Mùt, in dialetto bergamasco) è un comune di 7.464 abitanti della provincia di Bergamo, in Lombardia.

Situato ai piedi delle prime propaggini collinari delle Orobie ad un’altitudine media di 200 m. s. l..m, gode di un clima mite, con blanda ventilazione estiva e freddi mai eccessivi.

Sin da tempi antichi fu definito paese tra i più belli, salubri e fertili del bergamasco, è considerato la porta della Valcalepio.

 

 

Luoghi di interesse

 

Il Castello di Grumello domina il borgo ed i suoi vigneti. Costruito intorno all’anno Mille come fortezza militare dotata di torre di avvistamento, cinta muraria e contrada interna, è di notevole interesse architettonico.

D’interesse generale è pure il nucleo storico, caratterizzato dalle antiche costruzioni in pietra locale, con la preziosità architettonica di Palazzo Micheli e Casa Signoroni. Molti gli edifici religiosi degni di nota, in primo luogo la Chiesa parrochiale della SS. Trinità, i Santuari della Madonna del Buon Consiglio, del Calvario, della Madonna del Boldesico (nei pressi della quale si trova la Fondazione) e la Chiesa di San Pantaleone.

 

 

la collina, il vino, le attività produttive ed i servizi

 

Grazie alla rivalutazione delle antiche estensioni vitinicole dei colli, che ha portato alla costituzione di un consorzio per la tutela della produzione vinicola, ed il conseguente riconoscimento del Valcalepio D.O.C., così come al notevole sviluppo di un tessuto produttivo costituito da numerose aziende industriali ed artigianali, nonché la presenza di importanti sedi amministrative e di servizio statale e privato, banche ed istituzioni, Grumello del Monte ha assunto da decenni un ruolo importante nell’economia della zona, divenendo centro di riferimento dell’intera Valcalepio, matenendo però quelle caratteristiche ambientali che lo rendono piacevolmente abitabile.